Bookmark and Share  
 

Navigazione principale

Newsletter Ufficio Studi MiBAC
 
 
 

Attività e Programmi Internazionali

Genova: le strade nuove ed il sistema dei palazzi dei Rolli (Ornella Borghello e Anna Manzitti)

Ornella Borghello e Anna Manzitti - Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura

Il sito “Genova: le Strade Nuove e il complesso dei Palazzi dei Rolli” è stato iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO nel luglio del 2006.
Il riconoscimento dell’eccezionale valore universale a base dell’iscrizione ha riguardato diversi temi: dal ruolo di Genova quale leadership in ambito politico-economico, all’originale impianto urbanistico di nuova configurazione, alle innovative soluzioni architettoniche adottate, all’influenza esercitata da questa architettura già al tempo della sua costruzione.
 “Le Strade Nuove e il complesso dei Palazzi dei Rolli”, in pieno centro storico, è un insieme urbanistico costituito da un impianto viario di nuova concezione costeggiato da palazzi aristocratici di grande valore architettonico. Tale insieme costituisce il primo esempio in Europa di un progetto di sviluppo urbano con una struttura unitaria, altamente rappresentativo della città mercantile all’apice del suo potere nel 16° e nel 17° secolo. Con apposito decreto del 1576, nel momento di maggior floridezza della città, punto focale di grandi passaggi di uomini e merci, la Repubblica di Genova incluse i palazzi più importanti in un elenco ufficiale – i Rolli degli Alloggiamenti pubblici - istituendo per essi l’ obbligo di ospitalità agli stranieri nell’ambito delle visite pubbliche. Ciò ha contribuito a far conoscere un modello architettonico e una cultura residenziale che ha colpito artisti e viaggiatori famosi, tra cui Pietro Paolo Rubens che ha lasciato una preziosa collezione di illustrazioni.
Palazzo Ducale S.p.a., società per azione del Comune di Genova, grazie ad un protocollo d'Intesa allargato sottoscritto da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Liguria, Comune di Genova, Regione Liguria, Provincia di Genova, Palazzo Ducale spa, Università degli Studi di Genova, Camera di Commercio, Industria e Artigianato, firmato a Roma alla presenza dei rappresentati degli Enti coinvolti in data 12.10.2005, già in fase di candidatura veniva designato quale organismo dedicato alla gestione del sito UNESCO. Nel luglio 2007 un nuovo protocollo d'intesa confermava il ruolo.
Nel maggio del 2008, l'azienda è stata trasformata in Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e continua la sua attività di gestione in sinergia con i rappresentanti delle Istituzioni coinvolte.
Il patrimonio del sito “Genova: le Strade Nuove e il complesso dei Palazzi dei Rolli” negli ultimi anni è stato comunicato e promosso attraverso campagne di informazione a mezzo stampa, azioni mirate di promozione e marketing diretto.
L’Ufficio stampa della Fondazione Palazzo Ducale, si è occupato in particolare della diffusione tra i media locali e nazionali del materiale inerente il patrimonio artistico dei Palazzi dei Rolli. A partire dal 2009 sono state individuate e contattate telefonicamente le testate di particolare interesse nazionale, alle quali sono stati poi inviati comunicati e schede critiche, insieme a immagini ad alta risoluzione per la stampa. Articoli di rilevanza nazionale sono apparsi su “Il Corriere della sera”, “Il Sole 24 ore”, “Bell’Italia”, “Donna Moderna”, “Famiglia Cristiana”, “I Viaggi di Repubblica”, “Antiquariato”, “Dove”, “Qui Touring”.
Il Piano di Comunicazione prevede inoltre una serie di azioni consolidate, considerate efficaci per la promozione della conoscenza di questo patrimonio in ambito cittadino. La campagna, partita i primi di giugno del 2009, prosegue con diversificate e puntuali iniziative volte ad aggiornare i contenuti e a comunicare le varie proposte.
Le azioni messe in atto comprendono: affissioni di manifesti in diversi formati sia a Genova che fuori della città (Alessandria, Asti, Savona, Chiavari, S. Margherita, Rapallo, Sestri Levante, La Spezia, Livorno, Pavia, Imperia, Parma, Milano, Sanremo, Novara, Lucca, Viareggio, Firenze, Pisa, Bologna, Piacenza, Mantova); affissione sulle pensiline degli autobus; affissione di locandine; striscioni stradali; realizzazione e distribuzione di tovagliette Sugo News; pubblicità tabellare su giornali (“Il Corriere della Sera”, “Il Sole 24Ore”) e riviste locali, nazionali e specializzate (“Viaggi di Repubblica”, “Antiquariato”, “Bell’Italia”); pubblicità on line (acquisto di pubblicità e diffusione di uno specifico comunicato per il web); realizzazione di un depliant che è stato diffuso e distribuito in Genova e fuori della città attraverso diversi canali (mailing, cinema, teatri, musei di Genova, APT, principali librerie cittadine, alberghi in città e sulle riviere di Levante e di Ponente, etc.) e che viene annualmente aggiornato e rinnovato.

L’iniziativa “Rolli days” 2009 e 2010
L’iniziativa, giunta alla II edizione, intende promuovere i Palazzi dei Rolli attraverso una serie di eventi: per due giorni nel mese di maggio (23-24 maggio 2009, 8-9 maggio 2010) essi diventano eccezionali spazi aperti per l’arte contemporanea, la musica e la danza, le visite a tema e gli assaggi gastronomici della tradizione culinaria ligure. Una straordinaria opportunità per conoscere da vicino Genova e i tesori storici, architettonici e urbanistici della città, un tessuto vitale in grado di accogliere e dialogare con la contemporaneità.
Questo progetto, dalla cadenza annuale, è stato ideato per rendere ancora oggi i Palazzi dei Rolli ospitali – proprio secondo la loro originaria ‘vocazione’ – e capaci di accogliere pubblico e di rendersi teatro di piacevoli intrattenimenti.
I Rolli Days sono comunicati dall’Ufficio Stampa con alcuni mesi di anticipo, attraverso l’invio di un comunicato preliminare a tutta la mailing list dei giornalisti nazionali ed internazionali (circa 4.000 nominativi). Successivamente si procede con contatti telefonici alle testate periodiche (mensili, bimestrali, settimanali), di settore (arte / architettura / design / fotografia), di viaggio, di informazione, cultura e società, femminili, ecc., e all’invio di materiale più dettagliato, corredato di immagini. Viene inoltre organizzata una conferenza stampa, alla quale è invitata la stampa locale e nazionale; la cartella stampa viene poi stata inviata a tutto l’indirizzario, facendo seguire un recall telefonico ai contatti di maggiore interesse. Tra le principali testate nazionali che hanno dato spazio all’evento segnaliamo il Corriere della Sera, Dove Dossier e Il Sole 24 ore.
La diffusione attraverso i media è accompagnata da ulteriori iniziative di promozione dell’evento: affissioni di manifesti in diversi formati nei punti strategici della città; affissione di locandine e poster; pubblicità tabellare su diversi quotidiani (Secolo XIX, Corriere Mercantile); pubblicità on line (acquisto di pubblicità e diffusione di uno specifico comunicato per il web); realizzazione di un depliant diffuso e distribuito in Genova e fuori della città attraverso diversi canali (mailing, cinema, teatri, musei di Genova, APT, principali librerie cittadine, alberghi in città e sulle riviere di Levante e di Ponente, ecc.), adesivi per segnalare i palazzi in cui si sono svolti gli eventi; diverse schede di presentazione degli eventi e di contestualizzazione dei singoli contenitori.