Bookmark and Share  
 

Navigazione principale

Newsletter Ufficio Studi MiBAC
 
 
 

Attività e Programmi Internazionali

Mantova e Sabbioneta: un progetto didattico sperimentale (Mariangela Busi)

Mariangela Busi - Ufficio Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale UNESCO

Il patrimonio culturale e naturale rappresenta il punto di riferimento, il modello, l’identità dei popoli e costituisce l’eredità del passato da trasmettere alle generazioni future. Il riferimento alle generazioni del futuro e la necessità di coinvolgerle fin da ora nei processi attivi di conoscenza, valorizzazione e comunicazione dei beni culturali e naturali sono due punti fermi della politica UNESCO in difesa del patrimonio. Gli stessi principi vengono formulati dalla rete internazionale delle scuole associate all’ UNESCO, il progetto nato a Parigi nel 1953 allo scopo di rafforzare l’impegno delle nuove generazioni nella promozione della comprensione internazionale e della pace, che raccoglie oggi l’adesione di circa 8.000 scuole di ogni ordine e grado appartenenti a 176 Paesi.
Mantova e Sabbioneta sono state dichiarate di eccezionale valore universale dall’ UNESCO nel luglio 2008 in quanto costituiscono «testimonianze eccezionali dello scambio di influenze della cultura del Rinascimento. Esse rappresentano le due principali forme urbanistiche del Rinascimento: la città di nuova fondazione, basata sul concetto di città ideale, e la trasformazione di una città esistente […] ».
Subito dopo l’inserimento nella Lista del Patrimonio Mondiale ci è sembrato un passo naturale e necessario coinvolgere le scuole del sito in un percorso sperimentale di conoscenza del territorio che portasse i giovani allievi - dai piccoli delle scuole dell’infanzia agli adolescenti delle scuole superiori - alla scoperta della propria città come sito protetto dal Centro del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, imparando a ritenersi responsabili della sua salvaguardia nei confronti del resto dell’umanità.
E’ nato cosi il progetto Mantova e Sabbioneta: città esemplari della cultura del Rinascimento. Conoscerle per salvaguardarle proposto dall’Ufficio Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale UNESCO alle scuole delle due città e definito, nelle sue linee progettuali e operative, in diretta collaborazione con gli insegnanti delle scuole coinvolte e con la consulenza dell’associazione degli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani.
Sabato 22 maggio 2010, nel corso della Giornata delle Scuole di Mantova e Sabbioneta associate all’ UNESCO, manifestazione che ha ottenuto il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana UNESCO e dell’Associazione Città e Siti Italiani UNESCO, i giovani hanno infine presentato alla città attraverso performance, installazioni, letture, esposizioni i grandi valori legati all’ UNESCO: la responsabilità, l’appartenenza alla comunità mondiale, la necessità di essere protagonisti attivi per la protezione del patrimonio.
Gli alunni delle scuole, iscritte da settembre 2009 alle rete nazionale delle scuole associate all’UNESCO durante l’anno scolastico appena concluso hanno visitato le due città del sito e i loro monumenti, accompagnati dagli insegnanti e con il supporto di operatori didattici specializzati, ogni scuola seguendo specifici itinerari tematici di approfondimento concordati con i docenti.
Per i bambini delle scuole materne si è trattato della ri-scoperta e ri-mappatura di una città i cui principali punti di riferimento erano costitutiti dalle realtà “commerciali” (il MacDonald, i centri commerciali). Accompagnati dal Patrimonito, il piccolo custode del Patrimonio inventato da una scuola spagnola nel 2005, i piccoli hanno imparato a conoscere la città e le abitudini degli antichi abitanti all’epoca rinascimentale dei Gonzaga. Dotati di macchine “usa e getta” hanno realizzato una campagna fotografica “ad altezza di bambino”; tornati in classe hanno rielaborato graficamente e verbalmente l’esperienza. Tutte le attività inserite nella programmazione annuale sono state declinate attraverso i temi dell’ UNESCO: la conoscenza della città, il rispetto del patrimonio. Oggi, nel vissuto quotidiano del bambino sono sempre più presenti i monumenti della città e, durante le passeggiate con i genitori, sono orgogliosi di dare un nome alle bellezze di Mantova.
I due istituti comprensivi coinvolti, che raccolgono scuole dalle materne alle medie, hanno scelto di studiare la città approfondendo il tema del prezioso e imprescindibile legame tra Mantova e l’acqua. Le visite guidate svolte in città e sui laghi che la circondano hanno svelato ai ragazzi un sistema-città in cui il tema della ricerca urbanistica non può essere disgiunto dai temi della sostenibilità ambientale.
Così, mentre in piazza Erbe gli allievi dell’Istituto Comprensivo Mantova 1, con la partecipazione straordinaria della scuola media di Sabbioneta, rappresentavano la leggenda di Manto che sorge dalle acque e l’evoluzione di Mantova e di Sabbioneta, coinvolgendo il pubblico nel posizionare su due grandi mappe le sagome degli edifici delle due città, sul LungoRio gli alunni dell’Istituto Comprensivo Mantova 2 costruivano G.I.R.O. L’AMO, una “macchina-lavatrice” progettata dai ragazzi per pulire metaforicamente l’acqua del Rio che attraversa la città e restituirla, depurata e centrifugata, ai passanti in forma di “bottigliette di acqua pulita”.
Due diverse performance-installazioni che hanno in egual modo coinvolto ragazzi, insegnanti, turisti e passanti, costretti a interrogarsi, da una parte, sulla propria reale conoscenza della città, dall’altra sull’importanza dell’acqua anche in rapporto al patrimonio culturale.
Più approfondito è stato, ovviamente, il percorso intrapreso dai ragazzi delle scuole superiori. Oltre a Mantova gli studenti hanno conosciuto la città di Sabbioneta, i suoi monumenti, la sua specificità urbanistica, che in rapporto/confronto con Mantova ha permesso a entrambe, unite in un unico sito, di ottenere il riconoscimento UNESCO. Anche qui, come per i più piccoli, si è trattato della scoperta di una realtà per lo più sconosciuta, nonostante i pochi chilometri (circa 35) che separano i due nuclei urbani e l’appartenenza allo stesso territorio provinciale.
In classe i ragazzi hanno sviluppato diverse direzioni di approfondimento, sulla base delle specificità proprie di ogni singolo istituto. Gli studenti del Liceo Scientifico Belfiore hanno elaborato narrazioni (esercizi di scrittura creativa realizzati partendo da studi e ricerche d’archivio) sugli spazi pubblici e i monumenti della città, approfondito la conoscenza storica e la valenza sociale delle vie di comunicazione e degli spazi urbani. L’Istituto d’Arte “Giulio Romano” ha realizzato un percorso attraverso il tema della “città ideale” come è stato elaborato nei secoli e nei diversi luoghi, ma in particolare nelle due città di Mantova e di Sabbioneta. Tema ed elaborati sono stati portati dai ragazzi agli esami di maturità. Gli alunni dell’Istituto Tecnico “Enrico Fermi”, mettendo a frutto le proprie competenze tecnico scientifiche hanno elaborato schede di monitoraggio per la valutazione delle condizioni di conservazione ma anche di accessibilità, valorizzazione, tutela dei palazzi e dei monumenti. Nel corso della manifestazione del 22 maggio i ragazzi hanno guidato i visitatori alla scoperta degli angoli meno conosciuti di Mantova offrendo diversi itinerari di approfondimento, con il supporto di cartelloni, depliants, giochi, videoclips realizzati nel corso dell’anno.
Parallelamente, il 31 maggio, l’Istituto Comprensivo di Sabbioneta ha presentato La stella del principe, giornata dedicata alla scoperta della città di Vespasiano durante la quale, attraverso momenti di spettacolo, danze, giochi e tornei, gli alunni della scuola media di Sabbioneta hanno riproposto con una chiave di lettura contemporanea la storia della città e degli antichi miti che si possono incontrare visitandone i palazzi.
E’ stato sorprendente riconoscere quanto questo percorso abbia coinvolto operatori, ragazzi, docenti, genitori. Non si è trattato solo dello studio di architetture e storia, ma di un nuovo sguardo, in chiave Unesco, sul territorio; uno sguardo attraverso cui le due città, Mantova e Sabbioneta, assumono rilievo internazionale non come singole espressioni del genio umano, ma per aver prodotto le principali forme urbanistiche rinascimentali, e di essere quindi assieme, nella loro perfetta complementarietà, paradigma della capacità espressa dall’uomo, in un particolare periodo storico, di organizzare, sviluppare e condividere il territorio a partire da situazioni ambientali diversissime.
Come nello sviluppo di una mappa mentale, a partire dal concetto di patrimonio e di sito ci siamo inoltrati ad esplorare i temi dell’identità, della responsabilità, della sostenibilità ambientale, della partecipazione attiva. Nel corso degli incontri con le classi, ormai sempre più multiculturali, nel sottolineare la rappresentatività a livello mondiale dei siti UNESCO sono emersi con modalità quasi spontanee i valori della diversità culturale, dell’interculturalità, dell’appartenenza alla comunità mondiale.
Molto resta ancora da fare in un progetto sperimentale che si propone quindi come obiettivo finale non solo di far conoscere ai giovani il patrimonio monumentale delle due città, ma anche di comprendere il legame imprescindibile che le unisce e di viverlo come eccellenza e valore da comunicare e proteggere per tutta l’umanità perché, alla stregua delle piramidi di Giza in Egitto o della Grande Muraglia in Cina, esso rappresenta una testimonianza di importanza eccezionale per il mondo intero. Tutto questo all’interno di una progettualità complessa per la volontà di mettere in rete istituti scolastici con approcci metodologici, specificità formative, esigenze, tempistiche, risorse, estremamente diversi. Ma anche in questo sforzo, ancora non del tutto risolto, di condividere le diverse letture per pervenire ad un obiettivo comune crediamo di rintracciare, infine, il vero significato e la forza del patrimonio culturale e naturale a nostra disposizione.

info@mantovasabbioneta-unesco.it
www.mantovasabbioneta-unesco.it

Hanno partecipato al progetto:
Scuole di Mantova associate all’UNESCO
Materne comunali dell’Infanzia
stituto comprensivo Mantova 1 I
stituto comprensivo Mantova 2
Liceo Scientifico Martiri di Belfiore I
stituto Tecnico e Liceo Enrico Fermi
Istituto d’Arte Giulio Romano

Ospite speciale alla Giornata del 22 maggio:
Scuola media Achille De Giovanni di Sabbioneta

Hanno collaborato alle attività didattiche:
Associazione Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, Archivio Storico Comunale
Associazione Per il Parco, Servizi Educativi del museo di Palazzo Ducale, LabCom

 

Immagini

Mantova
Progetto Mantova e Sabbioneta_Mantova
Sostenibilità mbientale
Progetto Mantova e Sabbioneta_ambientale
Patrimonito
Progetto Mantova e Sabbioneta_Patrimonito
Progetto Mantova e Sabbioneta
Progetto Mantova e Sabbioneta_salvaguardarle