Bookmark and Share  
 

Navigazione principale

Newsletter Ufficio Studi MiBAC
 
 
 

Attività e Programmi Internazionali

La rivista Siti si rinnova e raddoppia (Francesco Raspa)

Francesco Raspa - Coordinatore Editoriale Rivista "Siti"

L’Associazione Città e Siti Italiani Patrimonio dell’Umanità UNESCO rappresenta le eccellenze del nostro paese nel mondo attraverso i siti, le città ed i luoghi che meglio sanno interpretare l’autenticità e la bellezza del messaggio universale che racchiudono.
Le pietre, l’architettura, l’acqua, la pittura e l’ingegno dell’uomo sono alcune delle testimonianze più straordinarie che l’umanità intera può apprezzare visitando il nostro meraviglioso paese.
Da tali presupposti nasce, nell’anno 2004, l’idea di dotare l’Associazione di un suo organo ufficiale: la rivista Siti, trimestrale di politica e di attualità culturale, che, in cinque anni ha saputo rappresentare le istanze dell’intero territorio nazionale, narrando la stupefacente bellezza e ricchezza di prestigiosi luoghi storici, monumentali e naturali, mostrandone, al contempo, la fragilità.
Sin dal primo numero, pubblicato nel luglio 2005, Siti ha provveduto a promuovere una conoscenza sempre più approfondita e dettagliata dell’inestimabile patrimonio italiano, riservando una particolare attenzione al tema della conservazione, della salvaguardia, della promozione delle eccellenze culturali premiate con il famoso tempietto dorico.
Nell’anno 2010 l’Associazione ha deciso di far compiere alla rivista un ulteriore e importante passo in avanti, dotandosi di un gestore professionista con prolungata ed apprezzata esperienza editoriale.
Si tratta di NCT GLOBAL MEDIA, società editrice di un gruppo più vasto (The First Brick, specializzato nella conoscenza, sperimentazione, riparazione e messa in sicurezza dei patrimoni storico-artistico-monumentali), la cui attività si ispira alla convinzione che «solo attraverso la cultura si può migliorare la qualità della vita» ed il cui obiettivo finale consiste nella diffusione globale di questa visione in tutti i settori e livelli in cui si manifesta.
Attenzione particolare è rivolta all’informazione intesa non solo come mezzo preposto alla semplice diffusione di notizie, ma anche come strumento più ampio di divulgazione e condivisione di idee e tecnologie innovative, di promozione di eventi di grande rilevanza sociale e come veicolo per far conoscere e valorizzare, ad esempio, le immense ricchezze architettoniche, artistiche, storiche e monumentali.
La Rivista Siti, quindi, cresce e si rinnova. Dopo sei anni il magazine dell’Associazione cambia veste e si presenta al lettore con nuovi contenuti e con una nuova veste grafica, elegante e accattivante.
Grazie anche alla spinta propulsiva dell’editore Emo Agneloni, che da anni affronta con entusiasmo e professionalità le ampie sfide del mercato, la pubblicazione si propone di conquistare un pubblico sempre più vasto e di rappresentare non solo una rivista, ma un libro/rivista da sfogliare, leggere e conservare, «uno scrigno da custodire nella propria libreria pronto per essere nuovamente aperto e consultato».
La rivista viene distribuita in tutta Italia ed anche all’estero in 10.000 copie con il proposito di aumentarne la tiratura nel medio periodo; il formato è un 23*30 per un totale di 128 pagine. Gli articoli sono tradotti integralmente in lingua inglese: ciò consente di avere uno sguardo aperto verso il mercato editoriale europeo e mondiale e di consolidare la missione internazionale dell’Associazione e dell’Editore.
Siti
cercherà di interpretare e diffondere i principi contenuti nelle diverse Carte e Convenzioni UNESCO attraverso un’informazione puntuale su quanto di meglio l’Italia è in grado di proporre: il primo indirizzo e la massima attenzione è rivolta ovviamente ai siti riconosciuti dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Ma l’idea, peraltro già ampiamente sperimentata, è quella di andare oltre tale visione, proponendo di illustrare ed approfondire l’intero panorama culturale, materiale e immateriale, del nostro Paese. Grandi città e piccoli paesi, tradizioni popolari e feste di piazza, siti italiani ed esteri, eccellenze e criticità, indagando a tutto tondo il mondo culturale per aprire a sezioni nuove che siano in grado di interpretare le esigenze e le prospettive del nostro sistema Paese: innovazione tecnologica, conservazione e restauro, marketing territoriale, tre tematiche molto care all’Editore, altrettante sfide per coloro che vogliono confrontarsi con il mondo globalizzato.
Siti, quindi, si rinnova nella grafica, nelle collaborazioni editoriali, nel formato e nella forma, non più solo cartacea. Il nuovo portale, ricco di immagini e contenuti, ha già affiancato, infatti, la rivista ed è già oggi in grado di fornire informazioni e itinerari per meglio fruire di un patrimonio architettonico, storico, artistico e paesaggistico la cui tutela richiede una costante opera di monitoraggio.
La rivista Siti sin dalla sua prima uscita dell’aprile scorso ha attivato anche la sua versione mobile che racchiude tutti i contenuti presenti in rete all’indirizzo www.rivistasitiunesco.it. Tutti coloro che preferiscono la navigazione “tascabile” troveranno una versione mobile facile da consultare, compatibilissima con il sistema “touchscreen e multitouch” e perfettamente integrata con la piattaforma digitale lanciata dal “Melafonino” della Apple. Insomma Iphone ha tracciato la strada, la rivista Siti è sul mercato del web con convinzione.